“IL MISTERO DELLA NOSTRA ORIGINE” è il primo passo di questo mio cammino.

Il mistero della nostra origine

Il Lettore compirà un lungo viaggio, insieme a me e per intero, tramite il Trattato La Cerca del Vero. Di volta in volta per tappe successive, tra loro consequenziali e convergenti, il Lettore parte dalle cose che si vedono e si toccano, come le pietre dei siti archeologici che parlano, con la loro consistenza materiale sempre verificabile, il linguaggio chiaro e pragmatico della realtà indispensabile per chi cerca il Vero. E così, libero da ogni pregiudizio dettato dal sistema in cui viviamo, giungerà fino a scoprire e svelare, per quanto sarà possibile, il mondo dell’Invisibile nella sua complessità. Pure il ruolo dell’Uomo, in tutto questo, e sarà in grado di conquistare personalmente risposte a quesiti esistenziali che da sempre si è posto: chi siamo? da dove veniamo? dove andiamo?
Sarà un viaggio di conoscenza a orizzonte totale! Come lo è stato per me, così per il Lettore.

Andiamo per ordine, però. Partiamo dall’inizio. È necessario analizzare se quanto conculcatoci dal sistema sociale e culturale in cui viviamo – e da questo ritenuto ortodosso – sia in realtà tale e, se dovesse dimostrarsi non vero, ristabilire una possibile verità

È di fondamentale interesse accertare la consistenza della base di partenza, innanzitutto, prima di avviare sulla strada giusta il nostro viaggio lungo la scala ripida della Conoscenza. E la conoscenza che vogliamo inseguire non è la semplice informazione, ma quella conoscenza superiore, cioè la Gnosis come la chiamavano gli antichi sapienti, o Sofia gli gnostici, che riguarda chi siamo, da dove veniamo, dove andiamo, pertanto il massimo possibile circa la nostra esistenza ed essenza.

Per conoscere l’uomo e la sua evoluzione fin dalla prima comparsa sul pianeta ci dobbiamo affidare alla storia. Ai suoi primordi incontriamo il Mito e dell’Uomo abbiamo reperti archeologici – fin da quanto si è scoperto “Sapiens” e quindi cosciente di se stesso – che ci testimoniano della sua evoluzione nel tempo.
Nella prima delle cinque tappe previste – cioè dal Mito alla Storia – il nostro viaggio iniziatico, in Egitto con Sofia, si avvia dall’Egitto archeologico lungo lo sguardo atemporale della Sfinge attraverso i siti archeologici dell’intero globo terrestre. Durante questa prima tappa, infatti, grazie alla voce delle Pietre e al linguaggio del Mito, si ricostruisce una possibile diversa storia – L’Altra Storia, cioè – sia dell’Umanità sia del pianeta Terra e dello stesso Sistema solare.

A tal fine, sarà così svelato il linguaggio del Mito, insieme al motto ermetico come in alto così in basso, finora considerato non altro che favolistico, mentre il Lettore con sorpresa scoprirà quanto questo sia propriamente scientifico e realistico, invece, se decodificato e interpretato in modo appropriato. Inoltre, si darà voce alle Pietre, appunto, cioè all’archeologia più antica presente sull’intero Pianeta.

Nel complesso, già la prima tappa del viaggio svelerà al Lettore la necessità di dover:
• Riscrivere, complessivamente e in gran parte, la storia dell’Umanità e del Pianeta, come da noi oggi conosciuta.
• Revisionare la teoria, detta uniformitarismo e ritenuta scientifica dal mondo accademico, circa la presunta evoluzione uniforme nel tempo sia dell’umanità che del pianeta, a favore del catastrofismo di fronte alla mole di eventi cataclismatici, sempre più documentati da ricerche emergenti nel tempo, che dimostrano il contrario.

• Stravolgere completamente la convinzione che i popoli fin dalle prime civiltà non avessero una concezione scientifica: né del Sistema solare; né dei moti orbitali dei pianeti e satelliti; né del fenomeno astronomico noto come precessione degli equinozi, la cui scoperta si fa risalire impropriamente ai Greci appena il 150 a.C.; né dello Zodiaco, assegnato sempre ai Greci; né di alcuna tecnologia avanzata per costruire quei mastodontici monumenti di ogni genere, giunti alcuni fino a noi nel loro splendore e perfezione costruttiva, quando invece gli studi analitici di molteplici ricercatori dimostrano ancora una volta il contrario.

• Prendere atto, innanzitutto, che la Grecia non sia stata la fonte originaria della cultura occidentale, come comunemente si rappresenta, ma che questa abbia fatto solo da ponte, tra Oriente e Occidente, alla Sapienza di remote civiltà, sviluppatesi invece soprattutto in Sumer, prima, Estremo Oriente ed Egitto, poi, ma anche in quasi tutto il continente americano, in un remoto periodo protostorico, quando sull’intero Pianeta si era sviluppata una civiltà globale molto evoluta, prima di scomparire sotto grandi cataclismi.

• Prendere atto, poi e soprattutto, che quelle da noi considerate come le prime civiltà umane non siano altro, invece, che successive a una civiltà planetaria anteriore ben più evoluta di quelle che ci hanno preceduto e che gli storici ritengono erroneamente le prime apparse sul pianeta.

Il viaggio nella protostoria dell’umanità e del pianeta sarà avvincente. Saremo accompagnati dalle scoperte, straordinarie e sempre documentate, di ricercatori, studiosi e maestri dell’umanità che hanno offerto, con i loro testi rivoluzionari, innumerevoli prove di come la nostra origine e la storia del pianeta siano ben altra cosa di quanto comunemente siamo stati indotti a pensare.
Il viaggio in Egitto con Sofia alla scoperta del L’Altra Storia– così si avvia la Parte I in due volumi del La cerca del vero – concluderà la sua prima tappa dentro il misterioso “sarcofago/arca” della Camera del re all’interno della Grande Piramide di Giza, nota come Rostau – Porta del Cielo, e rappresenterà per il Lettore il momento dell’iniziazione, come lo è stato a suo tempo per me, nel La cerca del vero ai livelli successivi più impegnativi e, di volta in volta, più ricchi di aspettative.

Tal esperienza diretta, vissuta come straordinaria per la sua unicità, mi ha aperto la mente a una visione del mondo parallela, più sottile e più reale allo stesso tempo, a quella concepita fino allora.
Lo sarà anche per il Lettore che insieme a me seguirà lo stesso viaggio iniziatico, tramite La cerca del vero, verso una Conoscenza superiore fino a scoprire chi siamo, da dove veniamo, dove andiamo; e, quindi, a riconoscere il valore e il perché dell’esistenza umana. E adeguare, pertanto, la propria vita a tali scoperte sorprendenti!